Per le

Start-up di rifugiati

Francia

Il programma The Human Safety Net per le Start-up per rifugiati è stato lanciato in Francia nel settembre del 2017. Il suo obiettivo è quello di aiutare le persone che si trovano sotto la protezione internazionale (diritto d’asilo o protezione sussidiaria) a ridefinire i loro obiettivi professionali e, se interessate, di fornire assistenza nel momento in cui avviano una nuova impresa.

Il programma parte da tre osservazioni chiave:

1. In Francia gli stranieri, compresi i rifugiati, devono affrontare numerosi ostacoli all'integrazione professionale: dopo cinque anni dal loro arrivo in Francia, solo uno su tre lavora (fonte: OCSE, "Indicatori sull'integrazione degli immigrati, agosto 2015");

2. I rifugiati sono particolarmente svantaggiati, a causa della partenza forzata dal loro paese di origine e delle difficoltà che devono affrontare in relazione al loro status secondo il diritto comune;

3. Eppure, i rifugiati hanno un potenziale straordinario per la società ospitante: ne aumentano la ricchezza culturale, portandosi dietro un bagaglio di capacità ed esperienze professionali che hanno acquisito prima dell'arrivo.

Ph. credit: Bruno Zanzottera/ Parallelozero

Il programma

Il programma aiuta i rifugiati a definire il loro progetto attraverso la formazione, il tutoraggio, le competenze acquisite attraverso il volontariato o l'integrazione in grandi scuole, in modo che possano acquisire le capacità e gli strumenti di cui hanno bisogno per integrarsi nella società francese e aprire un'attività in Francia.

Se l'obiettivo finale è quello di aiutare i rifugiati a diventare membri produttivi e integrati nella società francese, l'imprenditorialità è una leva eccellente per incontrare nuove persone, per motivare gli imprenditori in erba e per dare l'opportunità di aumentare la fiducia in se stessi.

I PARTNER

Singa
Wintegreat
 

Le associazioni locali

Un programma di incubazione personalizzato

Singa è un movimento cittadino nato in Francia nel 2012 che punta a creare un legame tra i rifugiati e le società ospitanti.

Singa e The Human Safety Net offrono supporto ai futuri imprenditori nel processo di integrazione socioprofessionale attraverso un programma personalizzato che li segue passo dopo passo. Il programma propone workshop creativi durante i quali i rifugiati sviluppano idee imprenditoriali, ottengono una formazione specifica, costruiscono e testano i piani aziendali (coaching individuale). Inoltre, i laboratori consentono loro di interagire con esperti in grado di aiutarli a stabilire una rete di contatti con potenziali partner, investitori e clienti.

Nel 2018 sono stati avviati un totale di 20 progetti per sei mesi in diversi settori tra cui l'arte, la moda, la cultura, la tecnologia, la ristorazione, l'integrazione professionale e la consulenza.

Foto di Bruno Zanzottera Parallelozero

Aprire le porte delle Grandes Écoles francesi

Wintegreat è una start-up sociale la cui missione è quella di dare vita ai progetti imprenditoriali dei rifugiati e di favorire la loro integrazione nelle aziende, mettendo in atto programmi appositamente realizzati per aprire le porte delle Grandes Écoles francesi a persone sotto la protezione internazionale.

The Human Safety Net ha collaborato con Wintegreat, ESCP Europe (campus di Parigi) e HEC per finanziare e sostenere un programma di supporto personalizzato di 12 settimane per due classi di 25 partecipanti all'anno. Il programma è dedicato ai rifugiati che hanno già ricevuto nel loro paese d'origine un'istruzione di base o che hanno un percorso universitario alle spalle (almeno il diploma di scuola superiore o un titolo equivalente), e che adesso desiderano approfondire le loro conoscenze attraverso la formazione universitaria. Il programma si rivolge anche a coloro che sono interessati a sviluppare e a perfezionare un piano aziendale o un progetto professionale.