L’Italia si unisce al movimento

#Events #Families #Italy
Posted 06 nov 2018

Educare i bambini di oggi significa garantire un futuro migliore agli adulti di domani

E’ stato presentato ieri a Milano, presso la Fondazione Feltrinelli, Ora di futuro, il progetto di educazione per i bambini da 0 a 11 anni con il quale Generali Italia si unisce al programma per le famiglie di The Human Safety Net. Un evento che ha visto la partecipazione di giornalisti e blogger presenti ad ascoltare un progetto che coinvolge insegnanti, famiglie, scuole primarie e reti non profit in tutta Italia.

Le attività di Ora di Futuro si rivolgono ai bambini delle scuole primarie per insegnare loro a fare scelte responsabili sui grandi temi come rispetto dell’ambiente, salute, benessere e risparmio con una piattaforma interattiva basata sul gioco di squadra che coinvolge insegnanti e genitori; e sostengono iniziative per le famiglie in difficoltà con bambini da 0 a 6 anni incentrate sull’educazione alla genitorialità. Grazie alla collaborazione con le tre Onlus Albero della Vita, Mission Bambino e il Centro per la Salute del Bambino, scelte dai dipendenti italiani, si aiuteranno i genitori a rafforzare le risorse, le capacità e le competenze per offrire ai loro bambini basi più solide alla loro crescita.

Le tre Onlus:

  • L’Albero della Vita a Milano, Genova, Roma, Napoli e Palermo, offre piani individuali per il rafforzamento del nucleo famigliare che consistono in laboratori pedagogici sull’educazione alimentare, corsi di formazione sulla gestione bilancio famigliare e del risparmio e supporto ai genitori per l’affiancamento dei figli al gioco e alle attività educative.
  • Mission Bambini a Torino, Milano, Bologna, Roma e Napoli, offre laboratori interattivi, corsi di formazione per i genitori e consulenze individuali di accompagnamento per migliorare le relazioni tra genitori e bambini, e per rafforzare le competenze genitoriali.
  • Il Centro per la Salute del Bambino a Trieste propone laboratori interattivi genitori/figli per promuovere la relazione famigliare e favorire lo sviluppo cognitivo, emotivo e sociale dei bambini tra 0 e 6 anni, in un’ottica di integrazione con i servizi sanitari.


Per il primo anno il progetto punta a coinvolgere oltre 30.000 bambini con l’adesione di almeno 1.500 classi e l’attivazione di 11 centri per “Ora di Futuro” nelle città di Bologna, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Trieste, Torino.

I dipendenti dell’Italia potranno partecipare attivamente al progetto con 10.000 ore di volontariato di impresa presso le onlus.

Social